Feed RSS

Archivi tag: friuli

Auguri!!

Inserito il

palleblu copia

Annunci

Orario invernale

Inserito il

Avvisiamo la nostra gentile clientela che

con il mese di novembre la gelateria passerà all’orario invernale:

11:30 – 20:00

martedì chiuso

Cambio orario apertura

Inserito il

Con il prossimo mese di novembre la gelateria passerà all’orario invernale:

11:30 – 20:00
martedì chiuso

La mezza maratona di Udine 2012

Edizione 2011

Non si sono ancora spenti i riflettori su Friuli Doc, che  Udine ospiterà domenica prossima -il 23 settembre- la mezza maratona o “maratonina”, se preferite. La manifestazione ogni anno si arricchisce e prevede due giorni di manifestazioni sportive. Quest’anno poi tra i podisti ci sarà il personaggio televisivo Moreno Morello, che porterà sicuramente una maggiore visibilità all’evento. Come ormai consueto la partenza sarà in via Vittorio Veneto, di fronte alla nostra gelateria!! É sempre emozionante assistere alla fiumana di podisti alla partenza! Inoltre quest’anno c’è la novità della StraSingle, organizzata dall’associazione single di Udine, per chi volesse fare nuove amicizie sportive!

Clicca qui per tutte le info sulla manifestazione.

Programma:

Sabato 22 settembre 2012

  • Ore 10:00 – 5ª STAFFETTA SCUOLE
    Gara dedicata agli studenti della provincia di Udine con 4 componenti per 1 giro di 900 metri, ognuno sul percorso della Minirun
  • Dalle ore 15:00 – Direttamente da “STRISCIA LA NOTIZIA”… MORENO MORELLO!!!
  • Dalle ore 15.30 – Animazione per i bambini con il LUDOBUS
  • Ore 16:00 – 2ª MINIRUN DESPAR
    Gara non competitiva dedicata ai bambini lungo un percorso di 900 metri
  • Ore 16:45 – 7ª CORSA CON IL CANE
    con la partecipazione di ARARAD Khatchikiàn della SCUOLA INTERNAZIONALE MUSHING di Tarvisio e i suoi splendidi cani
    Gara aperta a tutti con cane al guinzaglio sullo stesso percorso della Minirun.
  • Dalle ore 17:00 e fino a sera – Esibizioni itineranti della MAGICABOOLA Brass Band
  • Per tutto il pomeriggio ANIMAZIONE “BABY DANCE” con RADIO PUNTO ZERO
  • Ore 18:30 – PRESENTAZIONE TOP RUNNERS in Piazza Libertà
  • Ore 19:00 circa – ARRIVO staffetta podistica per il sostegno dei bambini oncologici del “BURLO GAROFOLO” di Trieste
  • Dalle ore 19:00 – Serata musicale di RADIO PUNTO ZERO, con la partecipazione del gruppo di danza moderna “NEW LIFE CENTER”

Domenica 23 settembre 2012

  • Ore 9:29 – 13ª MARATONINA CITTA’ DI UDINE
    Gara competitiva per atleti disabili (carrozzine e handbike) di Km 21,097
  • Ore 9:30 – 13ª MARATONINA CITTA’ DI UDINE
    Gara competitiva Internazionale di Km 21,097
  • Ore 9:35 circa – Partenza staffetta podistica per il sostegno dei bambini oncologici del “BURLO GAROFOLO” di Trieste
  • Ore 10:30 – STRAUDINE
    Gara non competitiva del circuito FIASP aperta a tutti di Km 7,150 che si correrà partendo da Via Vittorio Veneto con arrivo in Via Mercatovecchio, percorrendo tutte le vie più belle del centro cittadino di Udine.
  • Ore 10:30 – STRASINGLE
    Camminata in compagnia per conoscere altre persone riservata ai single
  • Per tutta la mattinata esibizioni itineranti della MAGICABOOLA Brass Band
  • A partire dalle 12:00 – PASTA PARTY
    Pastasciutta per tutti gli atleti a cura dagli Alpini di Udine
  • Ore 13:00 – Esibizione del gruppo di danza moderna “NEW LIFE CENTER” sotto il tendone del Pasta Party
  • Ore 13:00 – PREMIAZIONI MARATONINA e STRAUDINE
  • SERVIZIO DI BABY PARCKING

Il baco da seta in Friuli…. un’attività economica estinta!

Inserito il

Fino al 30 agosto al Museo Etnografico di Palazzo Giacomelli è visitabile la mostra fotografica La fuea e i cavalîrs. In Friuli c’era la stagione del gelso e del baco con le foto di Albano Quaiattini (1930- 2011).

L’artista, riprendendo dagli anni sessanta una tradizione familiare, con la sua fotografia è stato un silenzioso e appassionato indagatore del territorio. Il suo lavoro è cresciuto nel tempo, a mano a mano che l’ osservazione del mondo e del paesaggio lo ha reso consapevole delle profonde e inarrestabili trasformazioni che andavano segnando il vivere sociale e il paesaggio agrario.

L’esposizione allestita grazie alla disponibilità degli eredi e dell’Ecomuseo delle acque, propone alcune fotografie relative alle ultime stagioni della bachicoltura in Friuli, un tempo importante fonte di reddito nelle case contadine, in particolare per le donne che traevano guadagno dalla vendita della galletta, la galète, ed erano poi impiegate a vari livelli nelle diverse fasi di lavoro all’interno delle filande per la trattura della seta.

Queste e altre fotografie, intercalate da numerosi scritti, costituiscono anche il soggetto e la documentazione del libro Il gelso e il baco da seta edito dall’Ecomuseo delle Acque di Gemona, attraverso il quale si possono approfondire i diversi temi legati al mondo della seribachicoltura. Tra questi l’importanza della coltura del gelso, l’influenza sul disegno del paesaggio agrario, i tempi , i gesti e le tecniche dell’allevamento, il lavoro femminile, la memoria orale, l’importanza della bachicoltura nell’economia agricola friulana.

Le istantanee a colori si riferiscono ad un ventennio di reportage effettuato in molte località della pianura, della bassa friulana e della pedemontana.

Negli esterni il gelso è fotografato nelle diverse stagioni e  periodi vegetativi, all’interno delle case sono invece documentate le fasi di predisposizione dei letti (dopo la sfrondatura dei rami per procurare la foglia) in cui si succedono le mute fino alla chiusura in bozzolo e la sbozzolatura con la preliminare pulizia prima del viaggio verso l’essicatoio.

Le immagini dedicano grande attenzione ai gesti del lavoro ma anche alla convivialità che in ogni generazione accompagnava le diverse fasi.

Con la mostra del fotografo di Pasian di Prato il Museo Etnografico di Udine si propone come uno spazio urbano in cui ripercorrere stagioni di un lavoro non estraneo alla città: le case coloniche della prima periferia conoscevano i tempi della bachicoltura e in via Grazzano a pochi passi del Museo era attiva una importante filanda cittadina.

Le sale espositive al secondo piano offrono poi apparati per comprendere il lavoro di trasformazione della fibra per ottenere il preziosissimo filo impiegato nella manifattura dei drappi più preziosi ma anche, nei suoi scarti, nella lavorazione domestica e artigianale.

Orario estivo:
da martedì a domenica: 10.30 – 19.00
Lunedì chiuso

Ingresso comprensivo di visita al Museo e all’esposizione: € 5  intero; € 2.50 ridotto
Info:
tel 0432.271920
museoetnografico@comune.udine.it

Ferragosto: la nostra gelateria è aperta!

Inserito il

La nostra gelateria rimane aperta anche a Ferragosto.

Con l’occasione proponiamo il gelato all’anguria… limited edition!!!

Di seguito alcune notizie utili per chi rimane in città.

Buon Ferragosto a tutti!!

Tutti i musei cittadini (fatta eccezione per le Galleria del Progetto di Palazzo Morpurgo) restano aperti:

Fino al 26 agosto è inoltre possibile acquistare un biglietto unico a € 10 per visitare Il Castello, il Museo Etnografico e Casa Cavazzini.

Per accedere al Castello è attivo il servizio gratuito di bus navetta da piazza Libertà al Castello.

MOSTRA “SALUTI DA UDINE – Visioni udinesi dall’Archivio Cartolnova”

Inserito il

Dal 16 luglio al 2 settembre 2012
Presso Casa Città – Palazzo Valvason Morpurgo di via Savorgnana 12, Udine
Orario di apertura: dal martedì alla domenica, ore 15 – 18. Lunedì chiuso.

L’ingresso è libero.

Cartoline

La mostra “Saluti da Udine” vede l’esposizione di materiali dell’Archivio Cartolnova (cartoline e lastre fotografiche), sul tema delle trasformazioni urbanistiche che hanno caratterizzato la città di Udine negli anni ’50 – ’70.
Si tratta di un percorso dedicato alla percezione delle dinamiche urbane negli anni del boom economico, viste attraverso le campagne fotografiche del “vedutista”, ovvero il fotografo per la produzione delle cartoline.
Si affronta così il rapporto tra  le cartoline e la città di Udine, spaziando dai nuovi miti alle sfide di una nuova stagione urbanistica e culturale, con approfondimenti sul carattere tecnico della fotografia. Sono inoltre esposti strumenti di lavoro originali dell’epoca e cartoline inedite di Raimondo D’Aronco.

Con questa mostra non si intende, quindi, ricostruire la storia della fotografia di architettura, bensì offrire un diverso punto di vista sulla città di Udine, accompagnando il visitatore sui passi di una storia affascinante e forse poco conosciuta: un caleidoscopio di visioni che restituisce l’immagine inedita di un importantissimo periodo storico della nostra città, per comprenderne il passato, il presente ma soprattutto il futuro.

Per informazioni:
Puntoinforma
Via Savorgnana 12
tel. 0432-414717
puntoinforma@comune.udine.it